Super Book n° 60

Series: Dylan Dog Super Book

N°: 60

Frequency: four-monthly

Super Book n° 60

Introduction: Demoniache vendette e un luogo perso nel tempo e nello spazio...

Release: 21/08/2013

Price: 5,80

Cover: Claudio Villa

L'assedio di Sand Manor
Soggetto e Sceneggiatura: Giancarlo Marzano
Disegni: Giovanni Freghieri
Il signor Sand, il più grande demonologo del mondo, è morto. Era stata, la sua, una vita impegnata nella perpetua lotta contro i demoni che, chiaramente, hanno giurato di vendicarsi. Il loro piano è quello di impossessarsi dell'anima di Sand, che albergherà nel suo corpo fino all'alba. Per impedire che ciò avvenga, Dylan unirà le forze con altri bizzarri personaggi, tra cui un occultista, una strega bianca e una coppia gemelli sensitivi.
La foresta perduta
Soggetto e Sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Maurizio Di Vincenzo
Esiste un luogo, smarrito nel tempo e nello spazio, dove dimorano antichi miti e incredibili forze ancestrali. Dylan, al seguito di una missione esplorativa, parte alla ricerca di questa terra mitologica, scoprendo presto a sue spese che certe creature leggendarie dovrebbero essere lasciate riposare in pace, a meno di non volerne subire la collera.
L'assedio di Sand Manor
Plot and script: Giancarlo Marzano
Artwork: Giovanni Freghieri

Exit Mr. Sand, the greatest demonologist in the world. His life has been dedicated to the ceaseless fight against demons... and now that he's dead, his enemies swear to have their revenge. They plan to seize Sand's soul, that's going to stay inside his body until dawn. To avoid this, Dylan will have to join forces with some strange characters: an occultist, a “white” witch and a couple of sensitive twins.

La foresta perduta
Plot and script: Tito Faraci
Artwork: Maurizio Di Vincenzo

Lost in space and time, there’s a place where ancient myths and uncanny ancestral forces live. Following an exploring expedition, Dylan goes looking for the fabled land. He will soon find out the hard way that certain legendary creatures should be left alone, unless you want to provoke their anger.